Weekend fuori porta, bagaglio smart

Se anche voi fate parte del gruppo 'non vedo l'ora di partire per il weekend', ma quando si avvicina il momento di fare le valigie sareste quasi disposte a rinunciare all'agognata tre giorni di shopping a Londra, sappiate che la sindrome da bagagli si può sconfiggere. Basta un po' di organizzazione e un pizzico di buon senso. Ecco allora qualche semplice regola per non farsi prendere dal panico e preparare una valigia forse non perfetta, ma di sicuro ben fatta.

Le 10 regole di Anna Dello Russo per un armadio sempre in ordine

Primo e imprescindibile step: la borsa non deve pesare un quintale. All'aeroporto spesso si vedono ragazze minuscole arrancare trainando dei trolley che potrebbero tranquillamente contenerle. Giusto essere sempre in ordine e possibilmente trendy, ma senza esagerare. Diverse compagnie aeree - tra cui soprattutto quelle low cost - hanno dei limiti di peso molto severi e arrivare con bagagli macigno potrebbe costarvi caro. Letteralmente: gli extra per il sovrappeso sono dei veri e propri salassi e potreste rimetterci tutto il risparmio del biglietto.

Con questa premessa ben chiara, il punto numero due è scegliere che cosa portare. I bagagli estivi sono più facili da organizzare perché i capi sono meno ingombranti e più leggeri di quelli invernali, ma la regola del 'poco' vale comunque. L'idea di base è portare capi che si abbinino tra loro o almeno creare già in partenza degli outfit coordinati. Per esempio, se state via un weekend lungo - da venerdì a domenica - avete tre giorni e due notti da gestire, quindi potete pensare a una combinazione da sera e a due da giorno. Se poi i diversi pezzi che scegliete possono interscambiarsi tra di loro, ancora meglio. Per questo una buona norma è avere sempre un paio di capi basici - scelti in base alla stagione e alla destinazione - black and white. Per riuscire in questo delicato step organizzativo è severamente vietato cedere alla tentazione 'porto anche questo e poi in qualche modo lo abbino'.

Tutti i trucchi per un cambio del guardaroba perfetto e... divertente!

Nella composizione dei diversi look dovete anche comprendere scarpe e accessori. Una ballerina passepartout e un paio di scarpe con i tacchi offrono già una buona scelta di combinazioni. Se poi per viaggiare vi mettete le sneakers - durante gli spostamenti è un'ottima strategia indossare i capi più ingombranti e pesanti - siete a posto: se vi propongono una scampagnata fuori programma oppure vi beccate la pioggia (capita anche in vacanza, purtroppo) siete attrezzate.

Per quanto riguarda gli accessori, invece, l'abbinamento pre-partenza è una garanzia per non mettere in valigia sacchettini stracolmi di catenine, collane, bracciali, cinture e borsette. E poi pensate a una cosa: se il weekend prevede di visitare città diverse, tanta chincaglieria non serve - durante gli spostamenti meglio essere comode e cambiando posto ogni giorno che importa se gli accessori sono gli stessi della sera prima? - e se invece siete al mare, già un filo di abbronzatura fa più di qualsiasi gioiello o make up.

Tutte le tendenze per la P/E 2011

Altra nota dolente è il beauty, perché di solito se non ci portiamo dietro tutto l'armadietto delle creme e dei cosmetici non siamo tranquille. Ma anche in questo caso vale la pena riflettere sul tipo di weekend che stiamo per fare: se ci spostiamo tra città diverse, è inutile che ci carichiamo di trattamenti che quasi sicuramente non useremo - alla sera desidereremo solo il letto -, mentre se andiamo al mare spazio a crema solare, doposole, antiscottatura e shampo specifico, mentre bastano pochi trucchi sempre per il solito discorso del make up naturale abbronzatura. Un consiglio spassionato è di essere attrezzate con i medicinali, perché il malditesta, la febbre e la 'vendetta di Montezuma' sono sempre in agguato.

Arrivate a questo punto, il temuto passo finale: mettere tutto in valigia. Ora, navigando in rete si possono trovare veramente decine di modi diversi per organizzare il bagaglio, alcuni francamente divertenti ma non molto utili - il video di Ryan Air ha dei buoni spunti, ma se lo guardate bene vedrete che il tizio non ha alcun tipo di beauty, cosa poco credibile anche per il più morigerato dei viaggiatori - e altri complicatissimi che fanno venire voglia di partire senza niente e comprare tutto una volta arrivati a destinazione. Comunque, dovendo scegliere, la tecnica più pratica e sensata è sistemare sul fondo scarpe e capi ingombranti e poi dividere il resto dell'abbigliamento per genere e metterlo in quegli appositi sacchettini trasparenti per i vestiti che si trovano al supermercato (con un paio in più per le cose che mano a mano diventeranno 'da lavare'). E dopo aver chiuso la valigia, oplà sulla bilancia: vedrete che questa volta il vostro bagaglio sarà a prova di qualsiasi compagnia low cost!

Foto: ipadshouse.com - familyfriendlyozcamping.com.au

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Moda & Bellezza - Excite Network Copyright ©1995 - 2014