Excite

Vogue Italia: polemica per la cover di settembre

  • vogue.it
  • dailymotion.com
  • LaPresse

Tutto e il contrario di tutto. Il mondo della moda sembra non trovare una direttrice univoca di comportamento e dopo avere esaltato la bellezza curvy e stigmatizzato le modelle anoressiche, fa di nuovo marcia indietro. Pietra dello scandalo, questa volta, la copertina di settembre di Vogue Italia, che ritrae un'eterea Stella Tennant abbigliata in abiti avant garde con un vitino da vespa ai limiti dell'umanamente possibile.

Vogue Italia, June Issue: curvy cover dedicata alle donne 'Belle vere'

Premessa: la cover del mese - insieme a un servizio fotografico all'interno - è dedicata a Ethel Granger, una donna vissuta negli anni '50 diventata famosa per i numerosi piercing che sfoggiava (per compiacere i gusti del marito, a quanto pare) e, soprattutto, per la sua minuscola vita, entrata nel Guinness dei Primati con la choccante misura di 33 cm, record ancora imbattuto.

E fin qui, in fondo, nulla da dire: la signora Grange fa parte della storia della moda e del costume e, che piaccia o meno, è lecito che un giornale come Vogue ne parli. Quello che invece ha provocato un'alzata di scudi non solo da noi, ma anche all'estero, è la scelta di sbattere letteralmente in copertina un modello di donna con dei canoni fisici impensabili (e irrealizzabili) per la più parte delle lettrici e, per una larga e pericolosa maggioranza di loro, causa di frustrazione.

Franca Sozzani: la sua battaglia contro i blog pro-ana

Il punto allora è: dopo avere promosso la battaglia contro i siti pro-ana e avere scelto per la copertina di giugno un gruppo di modelle curvy, intitolandola significativamente 'Belle vere', perché Franca Sozzani cambia direzione e promuove a icona di stile una donna che - per scelta tra l'altro non sua - ha fatto della mortificazione fisica il suo credo e il suo stile? Nel mare magno delle lettrici ci sarà di sicuro chi prenderà la cover per quello che è, ma anche chi leggerà - perché vuole leggerlo - un messaggio fuorviante: ed è proprio a queste donne più fragili che Vogue, secondo la critica, dovrebbe prestare maggiore attenzione in considerazione della propria autorevolezza.

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017