Excite

Valentino a Parigi: un'avventura coloniale al suono di tamburi lontani

  • Twitter @ModaCorriere

Una nuova declinazione di moda open. Se fino a ieri abbiamo pensato a sdoganare il sesso nel guardaroba con collezioni sulla soglia dell’unisex e modelli androgini, Valentino propone un nuovo concept che allarga un orizzonte prettamente culturale e guarda all’altro. Apertura intesa come disponibilità nel ruolo di cittadini e di clienti della moda.

La Primavera/Estate 2016 presentata sulle passerelle della Paris Fashion Week ha una chiara impronta e un messaggio forte: c’è l’Africa dentro con tutte le sue suggestioni di colori e di forme, c’è l’Africa in un’enfasi che non si esalta non si celebra ma rende alla perfezione quell’arte primitiva e quella cultura che è tante culture messe insieme dalle singole tribù. C’è un modo nuovo di intendere un colonialismo che non è dominazione ma vuole essere incontro e scoperta.

Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli si allontanano dal mood romantico a cui ci hanno abituati e si lanciano in un’avventura coloniale fuori dagli schemi al ritmo di tamburi lontani che si trasformano, in passerella, in un piccolo concerto da camera ricreando un ambiente ovattato, luccicante ma non abbagliante. I tratti di una cultura sono resi dai dettagli, dai ricami, dai tagli.

Valentino, le foto della sfilata

E così, incisioni e tatuaggi sono realizzati con perline ricamate, i grafismi dei totem prendono forma grazie a scampoli di pizzo, le maschere degli antenati si fanno gioielli. "Siamo convinti che oggi, più che mai, bisogna guardare agli altri - hanno raccontato i direttori creativi della maison - soprattutto a chi è diverso da noi, con la voglia di conoscerlo. Come uno stimolo a fare un passo in un mondo diverso dal nostro".

Un’ispirazione dichiaratamente tribal che non rinuncia ad echi rock nella pelle black intessuta di borchiette e nelle frange. L’Occidente più evoluto e sofisticato incontra un mondo che sa di antico. Il risultato è una collezione che rispecchia una bellezza sconosciuta da reinventare e interpretare secondo i colori più caldi dalla terra bruciata al giallo all’arancio al verde delle foreste che si placano su tulle e trasparenze avorio e cipria.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017