Excite

Tess Holliday, modella plus-size, insultata sui social: "Smetti di dire che possiamo marcire grasse e orgogliose"

  • Facebook

A 29 anni è una star dei social grazie al suo profilo Insagram. Tess Holliday, modella plus-size, ha conquistato milioni di followers grazie ai suoi scatti che sanno di accettazione, di un corpo taglia 52 felice di abitarci dentro. Dopo le tante porte sbattute in faccia nel mondo della moda, Tess ha lanciato la campagna #effyourbeautystandards (“manda al diavolo i tuoi canoni di bellezza”): l’hashtag è diventato virale e lei è diventata un’icona di morbida bellezza.

Ma i social non risparmiano nessuno: la facilità di interazione dà a tutti la libertà di espressione. E così, accanto agli incoraggiamenti, non hanno tardato ad arrivare critiche pungenti. In questi giorni, infatti, Tess è stata bersaglio di pesanti critiche: “Odio questa stronza. È okay essere un po’ sovrappeso… si può essere lo stesso forte e in salute. Ma non si può essere obesi a quei livelli e sani. Spero che tutti smettano di parlare del ‘body shaming’ (la presa in giro dei corpi non “perfetti”, ndr) e capiscano la differenza tra l’accettazione di diverse tipologie di corpi e dei difetti naturali e questo tipo di cose che porta inevitabilmente a problemi di salute seri e cronici come diabete, malattie del cuore e problemi alle articolazioni, solo per nominarne alcuni. Queste persone ci prendono in giro, rappresentando un peso per il sistema in cui tutti gli altri devono pagare i loro costi medici causati da problemi autoindotti e al quale poi richiedono lo status di disabili, come se l’obesità fosse una sorta di infortunio che subiscono”.

Anna Wintour in accappatoio per l'esclusiva Towel Series di Mario Testino

Sono tanti quelli che, in effetti, fanno notare come un personaggio del genere finisca, inevitabilmente, per diventare un modello (e non solo una modella): “Smetti di dire a donne giovani che possono marcire grasse e orgogliose insieme a te perché è segno di forza. Non è orgoglio e non è femminismo. È incentivare una vita piena di malattie”.

Gli haters fanno parte del gioco social, Tess lo sa ma comunque non si tira indietro e risponde: “Cari critici: prendere in giro il mio corpo non vi renderà mai una persona migliore. Non riempirà mai il vuoto che sentite dentro di voi né i problemi che avete con la vostra immagine riflessa nello specchio. Il problema vero non è che io sono grassa, o che io porti la taglia che porto, è che voi siete spaventati di vedere qualcuno che è felice. E grasso. La storia ha dimostrato che l’odio non è mai la risposta… Chiudete la vostra bocca e aprite il vostro cuore”.

Ciascuno sceglie per sé, trova un suo equilibrio e valuta le cose della vita con un centimetro tutto personale. Ma nell’epoca 2.0, in cui tutto viaggia a suon di post e di foto virali sul web, non ci si può certo nascondere dietro un dito facendo finta che, nonostante si diventi popolari, le proprie azioni non riguardino nessun altro all’infuori di noi.

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017