Excite

Come interpretare le taglie dei cappelli

  • Gucci.com

Come è possibile interpretare le taglie dei cappelli? Occorre precisare, in primo luogo, che come sempre accade per quel che riguarda i capi di abbigliamento le unità di misura internazionali sono differenti tra loro, nel senso che gli Stati Uniti hanno standard di misurazione differenti rispetto al Regno Unito, che a sua volta si distingue rispetto al resto d’Europa.

Misurare la circonferenza

Partiamo, dunque, dalla misurazione della circonferenza della testa in centimetri per chiarire un po’ le idee. Per quanto concerne la misurazione più diffusa a livello mondiale, che è anche quella applicata in Italia, un cappello con taglia xs si adatta a una testa con circonferenza di 52 o 53 centimetri, mentre una s è compresa tra i 54 e i 55. Per la m si va dai 56 ai 57 centimetri, mentre per la l ci si sposta dai 58 ai 59. La xl corrisponde a 60 e 61 centimetri di circonferenza, mentre la xxl va dai 62 in su.

Negli Usa

Per quel che riguarda la misurazione americana, invece, 52 centimetri corrispondono a 6 e mezzo, 56 centimetri a 7, 60 centimetri e 7 e mezzo e 63 centimetri a 8.

In Gran Bretagna

Giusto per fare qualche altro esempio, secondo gli standard della Gran Bretagna, un cappello con taglia 6 e mezzo è adatto a una testa con circonferenza di 53 centimetri, mentre la 7 corrisponde a 57, vale a dire a una m. Infine, la 7 e mezzo è una xl, con 61 centimetri di circonferenza.

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017