Excite

Saldi invernali 2013: guida all'acquisto

  • Getty Images

Finite le feste (quasi) è finalmente tempo di saldi 2013. La stagione degli sconti invernali inizia oggi, 2 gennaio, in Sicilia, Campania e Basilicata, mentre in tutte le altre regioni di Italia partirà il 5 gennaio. Giusto in tempo per gli ultimi regali della Befana. In realtà le previsioni non sono rosee - il Codacons parla infatti di una riduzione prevista del 15%, che porterà a spendere "una media di 244 euro", con un budget dedicato allo shopping "addirittura dimezzato" - ma è pur vero che mai come in tempi di crisi i saldi rappresentanto un'occasione non solo (o non tanto) per comprare a prezzi convenienti l'ultima tendenza di stagione, ma soprattutto quei capi cosiddetti continuativi, che rappresentano un vero e proprio investimento.

Saldi invernali 2013, Codacons: "Attenti alle fregature"

Certo, per evitare sorprese o, peggio, truffe, bisogna fare un po' di attenzione. Il Codacons, per esempio, invita a "diffidare dagli sconti superiori al 50 per cento, fare attenzione ai fondi di magazzino, non fermarsi al primo negozio ma confrontare i prezzi e conservare sempre lo scontrino per eventuali cambi in caso di difetti del bene acquistato". Regole base per ogni shopping addicted, ma che nella frenesia dell'acquisto a prezzi ridotti si rischia di dimenticare. Quando si va per saldi, dunque, è necessario verificare che sul cartellino della merce sia riportato il costo di partenza, quello finale e lo sconto e che in caso di giacenze la riduzione del prezzo deve essere notevolmente maggiore rispetto a quella applicata sulle ultime collezioni. Inoltre, il diritto di recesso in caso di capo difettoso vale sempre, anche in stagione di sconti, mentre negli altri casi il "cambio" è a discrezione del negoziante.

Saldi invernali 2013: date e polemiche

Per quanto riguarda invece la 'strategia' con la quale affrontare i saldi, una buona norma è quella di stilare una lista dei capi e dei prodotti di cui si ha bisogno: vero, l'acquisto pianificato è probabilmente meno divertente di quello di getto o 'compulsivo', ma decisamente più utile sul lungo periodo. Per la stessa ragione, dunque, il suggerimento è quello di lasciare per ultime la catene low cost e puntare in primis sui negozi 'di marca': i saldi infatti sono l'occasione per aggiudicarsi capi di qualità a prezzi vantaggiosi e non tanto per fare incetta di abiti che il più delle volte durano appena una stagione, con il rischio di essere vestiti uguali (o quasi) ad almeno altre 20 persone. In ultimo, gli sconti sono anche un'occasione pressoché unica per acquistare un pezzo o un accessorio 'costoso', come per esempio una borsa o un paio di scarpe iconiche, oppure un capospalla o un vestito 'must have', senza avere sensi di colpa.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017