Excite

Saldi estivi: come fare affari ed evitare ‘bidoni’

  • Foto:
  • ©Sex and the City

Estate, tempo di saldi. Le più incallite shopping girls stanno già lucidando la carta di credito e affilando - letteramente - gli artigli per non farsi scappare neppure un'occasione. Ma siete sicure che il vostro approccio allo shopping 'in sconto' sia proprio quello giusto? O vi è già capitato in passato di beccarvi delle 'fregature'? Se la risposta è sì, ecco allora qualche trucco per comprare bene, togliervi qualche sfizio e non rimanere deluse quando riprovate a casa il vestitino che avete strappato alla concorrenza di un'altra fashionista.


Idee chiare per acquisti 'mirati'
Per prima cosa stilate una 'wishlist' di quello che volete acquistare. Esatto, proprio come a Natale. Avere le idee chiare è un buon punto di partenza per evitare non solo di comprare cose inutili spinte dall'euforia del ribasso, ma anche per non rischiare 'bidoni'. E nel vostro elenco non mettete solo capi di moda per la stagione in corso: la prossima potrebbero essere superati e voi non ve ne fareste più nulla. Puntate piuttosto sui pezzi 'basici' come camicie, pantaloni maschili e il classico little black dress. Certo, comprate anche quello che vi piace delle ultime collezioni, ma andate soprattutto in cerca della vera occasione: il capo che non dovrebbe mai mancare nel guardaroba e che nella regular season è inarrivabile.


Lo shopping migliore? Nei negozi che conoscete meglio
Un'altra buona norma è quella di acquistare nei negozi dove comprate di solito. Intanto perché andandoci con frequenza sapete già che merce hanno e che cosa potrebbe interessarvi e poi perché in questo modo dovrebbe essere più facile per voi controllare la veridicità dello sconto: nessuna shopping girl che si rispetti dimentica mai il prezzo di un capo che le interessa e questo può volgere a suo vantaggio in periodo di saldi. I commercianti infatti - per legge - devono esporre il cartellino con il costo di partenza, la percentuale di sconto e il prezzo finale, ma, si sa, i 'furbi' ci sono sempre. Conoscere la merce e il suo valore effettivo è un vantaggio per non farsi prendere in giro.


Prove e cambi: l'acquisto compulsivo è 'out'
Diffidate dei negozi dove non si possono provare i capi in saldo: anche durante i ribassi la merce può e deve essere misurata, fatta eccezione per l'intimo. Se i commercianti fanno storie, lasciate perdere. E prima di acquistare, informatevi sempre se è possibile fare eventuali cambi. Durante i saldi la scelta è a discrezione del commerciante, ma se il capo che avete comprato è difettato o 'non conforme' - presenta cioè un problema di fabbricazione - il negoziante è tenuto a cambiarlo per legge.


Contanti, carta di credito e bancomat: vale tutto
Fate attenzione anche sui pagamenti: certi negozi durante i saldi non accettano carte di credito o bancomat, ma non c'è scritto da nessuna parte che il denaro elettronico sia vietato. Per cui diffidate, magari c'è qualcosa di losco sotto.


Strategie d'acquisto: la pazienza è la virtù dei forti
Infine, due consigli strategici. Prima di comprare, fate un giro dei diversi negozi dove hanno la stessa merce che vi interessa. Lo sconto non è imposto e dunque non è detto che sia uguale dappertutto: con un tour di ricognizione potreste riuscire ad aggiudicarvi il capo al prezzo più basso sulla piazza. E per il giorno dello shopping... A meno che non siate costrette, evitate il weekend: ressa e frenesia non sono mai buone consigliere. Piuttoso andate in pausa pranzo o - perché no - approffitate di qualche ora di permesso tra quelle accumulate che non sfruttate mai. E ricordate: non è detto che l'affare migliore sia quello del primo giorno di saldi. Chi sa aspettare, spesso torna a casa con il trofeo migliore.

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017