Excite

Saldi estivi 2012: le date

  • Infophoto

Save the date: i saldi estivi 2012 inizieranno il 7 luglio in tutta Italia, come richiesto da Confesercenti, che da tempo spingeva in direzione di una data unica per l'avvio del periodo promozionale, che per molti commercianti rappresenta ormai l'occasione per raddrizzare una stagione altrimenti deludente.

Secondo le previsioni dell'Associazione delle imprese del commercio, turismo, servizi, dell'artigianato e delle pmi dell'industria, infatti, "sei italiani su dieci approfitteranno di questa opportunità. Il 25% farà acquisti nei centri cittadini, il 27% dove capita, un altro 20% nei centri commerciali". L'ADOC (Associazione per la Difesa e Orientamento Consumatori), però, mette un freno all'ottimismo, stimando che solo il 52% dei consumatori effettuerà un acquisto, con una diminuzione complessiva della spesa del 25% e un calo delle vendite del 15%.

E a dimostrazione che la stagione di sconti alle porte potrebbe non essere rose e fiori arriva il flop dell'iniziativa di Milano e della Lombardia, dove la Regione ha deciso di abolire il divieto di fare promozioni 30 giorni prima della partenza ufficiale dei saldi, anticipandoli di fatto a sabato 9 giugno. Secondo le prime stime, infatti, la partecipazione è stata del 70% inferiore a quella che si registra normalmente il primo giorno della stagione, mettendo in allarme analisti e negozianti, che paventano un risicato 40% di forzati dello sconto all'avvio del 7 luglio.

Ad incidere negativamente sull'anticipo voluto dalla regione Lombardia, tuttavia, potrebbe non essere stata solamente la crisi, ma anche la decisione di gran parte dei commercianti di non aderire, la scarsa promozione fatta tra i consumatori e, soprattutto, l'astensione compatta da parte delle grandi firme.

Il quadrilatero della moda, infatti, ha scelto di far partire i saldi come sempre, a inizio luglio, come confermano i responsabili di Tod's, in via della Spiga: "un paio di settimane fa l'azienda ci aveva preannunciato qualcosa, dicendo di tenerci pronti, poi ieri è arrivato il contrordine di lasciar perdere". Una decisione che trova la sua spiegazione nella sintetica osservazione fatta dalla commessa di un altro celebre marchio che ha detto di no, Armani: "non è neppure cominciata l'estate e già dovremmo fare i saldi estivi?".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2021