Excite

Roberto Cavalli accusa Michael Kors di plagio: "Mi copia sempre"

  • Getty

di Margherita Gamba

Diretto, senza mezze misure, spontaneo. Roberto Cavalli è proprio così, anche quando si tratta di affermare cose poco piacevoli. Nonostante i molti impegni, come il grande opening del suo flagship store a New York, nel qurtiere di Soho, il couturier fiorentino ha trovato il tempo di rispondere ad alcune domande non proprio simpatiche sulle pagine di Style.com.

Eva Herzigova e Roberto Cavalli a Cannes: foto

Michael Kors in passerella a New York: foto

Al centro dell'intervista, una questione scottante che ha a che fare con il plagio. Già, proprio come accade in campo musicale, anche nel fashion business possono volare accuse di replica. E il 73enne, questa volta, ha puntato il dito contro Michael Kors, designer molto amato negli Stati Uniti. "E' uno dei più grandi copioni al mondo. Vorrei solo dirgli di smetterla. Stop! Scrivo sempre queste cose anche su Instagram. E' ora di finirla. Copia tutti", ha commentato lo stilista dalla lingua biforcuta. "Lui non rappresenta la moda americana. Possiamo parlare di moda internazionale made in Usa. Non è giusto! Le donne americane vestono tutte allo stesso modo". Le accuse del toscano non si fermano qui. "Prima che lanciassi Just Cavalli, notavo che molte persone attorno a me copiavano le mie creazioni. Lo stile Cavalli era dappertutto. Così mi sono detto 'perché sto dando così tante opportunità agli altri? Forse dovrei iniziare a copiare me stesso'. Per questo ho creato la collezione".

Roberto Cavalli all'Università: foto

L'abbiamo capito molto bene: il designer non le manda a dire. E quando qualcosa (o qualcuno) gli fa storcere il naso, beh, non si contiene. E non è la prima volta. Tempo fa prese di mira il look di Karl Lagerfeld: "Solo perche sei un artista, non puoi vestirti in quel modo. Sei ridicolo". Dunque, meglio non farlo arrabbiare o sono guai.

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017