Excite

Rihanna, flop alla London Fashion Week: la linea per River Island è "un orrore porno"

  • Facebook

L'esordio di Rihanna come stilista? Indimenticabile. Purtroppo però non in senso positivo. La collezione disegnata dalla cantante per il brand inglese River Island e presentata alla London Fashion Week è stata infatti bollata come un vero e proprio flop da tutti gli addetti ai lavori, che non hanno lesinato giudizi al vetriolo alla povera (si fa per dire) RiRi.

Rihanna diventa stilista per River Island

"Orrore! Orrore! Il debutto porno di Rihanna!", ha titolato The Daily Beast, che dopo aver definito i "vestiti orribili e senza un briciolo di stile, né di abbinamento tra loro", ha poi iniziato a menare colpi di randello, affermando che le donne che indossano gli abiti della cantante di Barbados possono lasciare in dubbio gli uomini sul fatto di avere bisogno della carta di credito per invitarle a uscire...

Insomma, un'allusione assolutamente non velata al fatto che la collezione proposta dalla cantante è così volgare da andare bene (forse) solo per le signorine che esercitano un certo tipo di mestiere. Opinione condivisa anche da Huffington Post, che ha scritto: "Completi che mostrino l'inguine e il seno non sono quello che una ragazza che ha stile vuole indossare per una serata fuori".

E in effetti, a vedere i diversi pezzi usciti in passerella, a essere buoni vien da dire che non brillano per finezza, né originalità. I top sembrano colpiti dall'anatema dell'ombelico, perché non ce n'è uno che si azzardi a coprirlo, mentre short e gonne sono cortissimi, praticamente inguinali, e in generale il design è 'troppo': troppo attillato, troppo ridotto, troppo eccessivo. L'impressione è quasi che Rihanna non abbia disegnato una collezione per donne e ragazze comuni, ma una serie di abiti da indossare su un palco, scenografici e pensati per stupire e far parlare.

Un'idea che non ha convinto, ma che, come scrivono unanimamente tutti i quotidiani, anche quelli che hanno criticato più ferocemente la collezione, farà fare soldi a palate a River Island e a Rihanna. A prescindere dal buon gusto o meno dei pezzi, infatti, gli addetti ai lavori sono convinti che la linea della cantante venderà grazie all'appeal che RiRi esercita su masse adoranti di fan, proprio perché "in fondo lei è Rihanna".

Consumismo vs qualità, insomma, in quello che è uno dei più rodati meccanismi del marketing e del business: metti una very important person a fare qualcosa, non importa cosa, e vedrai che avrà successo. Un segno dei tempi, al quale The Daily Beast dedica un'amara riflessione, osservando: "Rihanna la star della London Fashion Week? Certo, lei è accattivante e tutto quanto, ma la stella della Settimana della Moda? Com'è potuto accadere?". Già, com'è potuto?. Meditate gente, meditate...

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018