Excite

Report, una nuova inchiesta investe Gucci: manodopera cinese sottopagata in Toscana. La furia di Enrico Rossi

  • Rai

Report va di nuovo all'attacco dell'alta moda italiana e indifesa dell'artigianato italiano di qualità. Questa volta l'obiettivo della nuova inchiesta di Sabrina Giannini, l'inviata che smascherò Moncler nell'inchiesta Siamo tutti oche, è il marchio Gucci e la società che gestisce il marchio, il gruppo Kering, scatenando le ire del presidente della regione Toscara Rossi, in cui ha sede la storica maison.

Report: riguarda l'inchiesta su Moncler

L'inchiesta Va di lusso, andata in onda domenica 21 dicembre su Rai Tre, ha passato al setaccio l'azienda Gucci e le varie fasi di produzione delle collezioni, confutando, secondo la Giannini, molte delle certezze su cui si poserebbe il marchio delle due G, in primis sull'applicazione della certificazione SA80000 sulla responsabilità sociale.

Secondo quanto raccolto dalla Giannini, infatti, la filiera non sarebbe così limpida e simbolo dell'artigianato italiano come in continuazione sottolineato dal gruppo Kering, ma molti sarebbero i punti bui, in primis l'affidamento in molte fasi e in diversi laboratori artigianali alla manodopera cinese, con tanto di turni estenuanti che andrebbero ben oltre le 8 ore giornaliere, e che spesso sconfinerebbero nel lavoro nero. Una situazione che sarebbe quindi ben diversa da quella che viene pubblicizzata come garanzia di qualità e affidabilità nella catena produttiva.

C'è una persona in particolare che non ha gradito la lente d'ingrandimento di report su Gucci e sul gruppo Kering: si tratta del presidente della regione Toscana Enrico Rossi, che ha definito i giornalisti di Report “pirati” e li ha accusati di aver infangato con questa inchiesta l'intero comparto dell'artigianato tessile e delle pelletteria toscana, sottolineando come anche le stesse accuse a Gucci siano secondo il governatore ingiuste.

Guarda l'inchiesta Report su Gucci

Di certo questo è un periodo piuttosto burrascoso per il marchio Gucci, che in questi giorni ha iniziato l'opera di ricambio agli storici vertici dell'azienda italian: il gruppo Kering ha infatti dato il benservito a Frida Giannini, direttore creativo da circa dieci anni della maison, e all'amministratore delegato Patrizio Di Marco, scelta che secondo le indiscrezioni stata motivata da risultati deludenti dal punto di vista del fatturato. Quale influenza avrà sul marchio Gucci l'inchiesta di Report, unita all'addio della Giannini che è stato fortemente criticato da numerosi addetti ai lavori?

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017