Excite

Photoshop per 'ingrassare' le modelle

Nell'era del fotoritocco, nato per correggere difetti e soprattutto snellire la siluette delle bellezze fotografate, nel fashion system si è giunti alla necessità opposta: 'ingrassare' le modelle. Troppo magre e scheletriche le top models degli ultimi anni, colpa soprattutto degli stilisti, che inviano alle redazioni dei giornali patinati abiti sempre più piccoli. Abiti che vengono usati per realizzare servizi fotografici, poi necessariamente da ritoccare perché la taglia zero e la top model pelle e ossa, non vanno più di moda. Parola di Alexandra Shulman, direttrice di Vogue UK.

Proprio dalla penna della Shulman arriva infatti una lettera destinata ai principali stilisti di moda, fra i quali Dolce & Gabbana, Donatella Versace, John Galliano per Dior, Karl Lagerfeld per Chanel, Miuccia Prada, etc., nella quale si espone il 'problema taglia zero'.

"I vestiti che le case di moda ci inviano sono sempre più piccoli. Siamo al punto che le modelle più famose - come Naomi Campbell, Linda Evangelista o perfino la magrissima Kate Moss - non riescono più ad indossarli. Dobbiamo usare modelle senza seno nè fianchi, con ossa sporgenti e un look per nulla femminile. Ormai devo chiedere ai fotografi di ritoccare le immagini per far apparire le modelle di taglia più grande" scrive la direttrice di Vogue Uk, in questa lettera, intercettata dal Times, che ha il sapore di vera e propria rivoluzione nel settore.

Chissà cosa ne penserà Anna Wintour, lei che, dal trono di Vogue America, non ha mai fatto mistero di nutrire un vero e proprio disgusto per il grasso e, di contro, una sorta di venerazione per la magrezza estrema.

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017