Excite

Parrucchiere self service, una catena di negozi apre a Milano per combattere la crisi

  • Facebook

di Margherita Gamba

Dal 2008 flagella l'Italia che, tra rincari e disoccupazione, cerca di rimanere a galla. Così come Spagna e Grecia, funestate da una crisi che non molla. E ha tolto tutto ai cittadini. Dal lavoro alla speranza. E anche qualche piccolo lusso. Come la messa in piega del venerdi. Quella che le signore fanno per sentirsi a posto durante il weekend.

Bianca Balti a Sanremo 2013 con i capelli degradé, foto

Giorgia Palmas e il taglio corto, foto

Così, proprio in terra spagnola è nato il nuovo servizio di parrucchiere, Tahe self service. Una catena di saloni che, come suggerisce il nome, si prefigge lo scopo di unire il lato pratico a quello economico. In che modo? Semplice: è possibile farsi fare shampoo, maschera e colore dall'hair stylist. La piega, invece, sarà da autodidatte. Ma la cliente potrà utilizzare tutti gli strumenti presenti nel negozio: spazzole, phon, piastre e così via. Il trend casalingo sta prendendo piede anche in Italia, dove è prevista l'apertura di 50 esercizi. Ma non solo. Pure in Africa è stato inaugurato un corner. Insomma, la moda sta dilagando. E darà sicuramente filo da torcere ai tanti cinesi che, nel tempo, si sono improvvisati, per poi affinare la tecnica, hair stylist a basso costo.

Rihanna e i capelli bruciati, foto

Ma l'idea dei saloni Tahe si avvicina alla proposta che già qualche anno fa fece a Roma Roberto Carminati, esperto del settore: suggerì alle sue clienti l'opzione 'fai da te' per ottenere un budget più contenuto. In fondo, se è vero che per salvare il portafoglio dovremo rinunciare a qualche coccola, è altrettanto risaputo che, spesso, si esce dal parrucchiere con le lacrime in tasca per l'insoddisfazione del risultato. In questo modo, saremo responsabili dirette della nostra piega.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019