Excite

Paris Fashion Week 2015: provocazioni in passerella e ispirazioni futuristiche

  • Facebook

New York, Londra, Milano e adesso Parigi. Il fashion system si è spostato nella Ville Lumière per la Fashion Week. Culla della moda internazionale, la capitale francese accende i riflettori sulle passerelle. La Primavera/Estate 2016 presentata fino a questo momento (oggi, 1 ottobre, sta andando in scena il terzo giorno della settimana della moda) ha il gusto dell’innovazione sulla soglia del futurismo. Scivolate romantiche su una base di tagli contemporanei.

Anthony Vaccarello porta alto questo stendardo. Se la sua collezione si dovesse descrivere con una sola parola sceglieremmo “destrutturazione”. I giochi realizzati con i tessuti fatti di fasce ed oblò che lasciano scoperta la pelle danno l’idea di un abito “fatto a pezzi” ma che, dalla testa ai piedi, trova la sua interezza. Maxi gonne plissé, camicie in seta, mini-dress in pelle asimmetrici, jumpsuit con i fianchi scoperti: il nuovo trend delle passerelle (lo abbiamo visto anche a Milano nella collezione Armani) è scoprire senza spogliare.

Dalle donne in tacchi a spillo agli uomini in décolleté e tute di chiffon. Non c’è Fashion Week che non faccia discutere per qualche provocazione portata in passerella. Stavolta tocca a John Galliano che propone per Maison Margiela modelli vestiti da donne con calze a rete, jumpsuit di seta e scarpe alte. È un trend che si schiera contro il gender per una moda open: non ci sono abiti per uomini e abiti per donna: ci sono abiti. Ciascuno, col suo stile, può scegliere indifferentemente nell’armadio di lui o di lei.

John Galliano per Maison Margiela: in passerella uomini con tacchi e scollature di chiffon

La collezione ha l’estro inconfondibile di Galliano proiettato in un’orbita di avvenire. Il bianco optical che domina nella collezione contribuisce al sapore futuristico. Gonne ampie semi-rigide, maxi fiocchi dal sapore d’Oriente, cappottini regular con le maniche a sbuffo, trame bouclé o paillettate: l’ispirazione è multiforme e vede sfilare, una dopo l’altra, suggestioni sempre nuove.

Chic e vagamente retrò Chloe: la sua passerella è un inno al colore e alla leggerezza. Mini abiti e long-dress sono declinati in una seta che accompagna come un soffio ogni singolo passo. La palette ha toni talcati e pastello. Non ci sono acrobazie di forme o tessuti: nella linearità, la maison fa centro nel segno di un’eleganza tutta francese.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017