Excite

Parigi Fashion Week: Gaytten sostituisce Galliano, piovono critiche

'Nella moda un giorno sei IN ed il giorno dopo sei OUT!' è la frase che usa Heidi Klum per aprire il talent show Project Runway dedicato agli stilisti che vogliono sfondare nel campo della moda e sognano le passerelle della New York Fashion Week. Mai frase più giusta per racchiudere in poche parole, la filosofia di un mondo, quello della moda, che crea e distrugge ad una velocità che spesso lascia sbalorditi.

E' successo così per molti nomi di couturiers e designers del mondo patinato della moda, ultimo in ordine temporale è stato John Galliano, licenziato da Dior e in preda al massacro mediatico per la faccenda delle frasi antisemite. Ma, a volte, pare esserci anche una piccola rivincita per chi ha dedicato, nonostante la sua personalità, le sue idee, non proprio condivisibili, la sua vita a riportare in alto il nome di un marchio che stava subendo un ingiusto declino.

E' capitato e capita ancora, a tante maison storiche, di non saper reggere il passo con i tempi e di vedere scendere l'interesse di buyer &co. per i loro prodotti, salvate in corner da designer come Karl Lagerfel, Stefano Pilati per Yves Saint Laurent, Paglialuga per Vionnet, e via discorrendo... Ed è così che in occasione della Paris Fashion Week, in particolare della sfilata di Dior e John Galliano, entrambe sotto la direzione stilistica del braccio destro di Galliano, Bill Gayten, tutti abbiano rimpianto, la visione, l'estro, quel quid che rende una collezione di Galliano riconoscibile tra tante e che ha permesso alla Maison Dior di tornare in auge. Bill Gaytten si è difeso dopo le critiche post sfilata dichiarando al quotidiano WWD: 'Le circostanze si sono accanite contro di me...Però ho 50 anni, non 21: l'impegno è sempre lo stesso e io non faccio questo lavoro da ieri'.

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017