Excite

Moda ethical correct: eco-pellicce protagoniste delle collezioni invernali

  • Facebook @StellaMcCartney

La moda diventa sempre più ethical correct e animal friendly. Stilisti d’haute couture e brand low cost si fanno promotori di campagne di sensibilizzazione e bandiscono dalle proprie collezioni le pellicce. L’alternativa ad un capo così fashion ed evergreen è decisamente eco.

E così, le capsule pensate per l’Autunno/Inverno 2015-2016 propongono eco-pellicce colorate e tagliate come gilet, giacche o cappottini. L’eco-pelliccia diventa talmente sdoganabile da prendersi il lusso di essere indossata di giorno al lavoro e di sera per le grandi occasioni.

Regina incontrastata delle eco-pellicce (e delle nevi) Stella McCartney. La linea lanciata a Parigi durante la Fashion Week comprende giacche che sanno della morbidezza e del candore della neve. Da sempre in prima linea a favore delle cause animaliste, la McCartney di recente ha dichiarato di produrre anche lana biologica per dire no al maltrattamento delle pecore.

Stella McCartney: no alla lana delle pecore

Mood animal friendly anche per Elisabetta Franchi e Moschino che propone capi a tinte fluo, dal giallo al fucsia. Più classico Emporio Armani con il giubbetto in eco-pelliccia corto declinato in nero, viola e blu cobalto.

E poi il prêt-à-porter di Cannella con il giubbetto black in simil astrakan e il gilet a pelo lungo sui toni del bluette. Anche Colmar cede al fascino dell’eco-pelliccia lanciando una capsule che coniuga il lato più sportivo del piumino al must irrinunciabile della pelliccia. Il risultato? Piumini con profili in eco-pelliccia e giacche di pelo multi-color. La palette è ampia e vira dal bluette al cipria, dal grigio perla al black and white per modelli smanicati, a tre quarti o più classici con cappuccio.

Il trend prende sempre più piede e le maison si mettono al passo con una filosofia animal friendly. Negli ultimi mesi, infatti, abbiamo assistito ad una svolta in questo senso soprattutto nell’alta moda. E le campagne fur-free hanno alzato il volume anche davanti ai colossi. Indimenticabile la modella-coccodrillo sanguinante davanti alle vetrine di Hermès a Parigi.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017