Excite

Matrimonio a dicembre, come vestirsi? Contro il freddo pungente, eleganza e comodità

Sposi, damigelle, paggetti, testimoni, genitori e invitati. Quando il matrimonio è a dicembre, "come vestirsi" è il primo pensiero naturale, data l'esigenza di dover coniugare eleganza, comodità e copertura dal freddo stagionale.

I toni grigi dell'inverno e l'atmosfera calda del Natale offrono, uno sfondo unico e suggestivo. Come trarne ispirazione?

Il vestito per lei e per lui. Originalità e tradizione tra lana, raso e pelliccia ecologica

Le nozze sono state annunciate, il matrimonio si festeggerà a dicembre, come vestirsi? Futuri sposi, genitori e invitati sono tutti alla ricerca dell'abbigliamento adatto all'evento.

Nell'immaginario collettivo, la sposa viene sempre identificata con il vestito primaverile/estivo, bianco di seta, vaporoso e fluido, aperto su spalle e schiena.Le innovazioni stilistiche e accessoriali dell'alta moda, hanno portato la creazione di molti modelli invernali di abiti da sposa che coniugano l'eleganza e la semplicità, con l'originalità, creando giochi di colori e sfruttando i tessuti tipici del periodo più freddo dell'anno.Il vestito da sposa invernale è, generalmente, composto da un abito lungo in raso o altro tessuto pesante, drappeggiato e con piccole parti in lana o pelliccia. Gli alleati della sposa contro il freddo sono gli accessori: guanti, coprispalle, scialli e cappotti che, in alcuni modelli, completano il vestito creando lo strascico tipico della cerimonia.

Veniamo ora allo sposo. La regola importante da seguire è apparire senza "superare" stilisticamente la sposa. Anche per l'uomo, se il freddo è pungente, è permesso l'uso di cappotti e soprabiti in lana, che andranno tolti prima di entrare in Chiesa. La scelta di modello e tessuti per il vestito dello sposo è ampia, ma prevede sempre la scelta di uno stile classico ed elegante, e dal colore nero o blu notte. Gli accessori sono importanti perché donano un tocco di personalità e singolarità all'abito, purche siano di numero discreto e strategicamente scelti, come ad esempio il colore della cravatta.

Damigelle e paggetti. Vestiti eleganti a dimensione bambini

E' una tradizione francese, importata in Italia, quella di scegliere, tra i componenti più giovani delle due famiglie, una damigella d'onore e un paggetto.

La damigella d'onore ha il compito di reggere lo strascico e il velo, aprire il corteo nuziale, camminare a seguito della sposa con un bouquet di fiori o con un cestino di petali che spargerà ad ogni passo.Il paggetto, invece, accompagna la damigella e regge le fedi nuziali che dovrà consegnare, nella cerimonia, al momento del giuramento. Sia damigella che paggetto hanno anche il compito di distribuire le bomboniere e i confetti.

I vestiti delle damigelle e dei paggetti, seppur eleganti, devono essere semplici e a dimensione bambini, che una volta svolto il loro compito, vorranno muoversi, correre e giocare rischiando, magari, di rovinare i begli abiti che indossano. E' importante scegliere vestiti che riparino dal freddo, ma non ingoffino troppo, soprattutto durante la cerimonia, dove i bambini dovranno camminare e stare, in molti momenti, in piedi.Per le damigelle, si può scegliere un abito semilungo invernale in tessuto di velluto o flanella. Il colore deve riprendere la tonalità del vestito della sposa, o altrimenti scegliere colori tenui e caldi.Anche per i paggetti, il tessuto adatto per l'inverno è il velluto o la flanella. Il modello del vestito è classico di colore scuro, in sintonia con il colore e lo stile dell'abito dello sposo. Indosseranno un pantaone classico con camicetta e giacca accompagnata da una cravatta o papillon abbinato.

Genitori, testimoni e invitati. Ricordatevi: la scena è degli sposi

Abbiamo parlato degli sposi, delle damigelle e dei paggetti. Ora degli altri degli altri partecipanti delle nozze. Il matrimonio è a dicembre, come vestirsi?

Suocere e madri hanno un ruolo particolare sia nella cerimonia che per tutta la festa del matrimonio. Aiutano i rispettivi figli durante tutta la giornata: sistemazione del vestito, indirizzano gli ospiti, ecc. Il loro modo di "vestirsi" ha un significato sociale, una sorta di passamano di ruolo. Per loro è importante seguire la regola "non rubare la scena della sposa" con una scelta di colori o modelli sgargianti.Il colore bianco e il total nero sono banditi per le due madri. Si può scegliere un abito completo con giacca di tessuto spesso, per ripararsi dalle temperature rigide. E anche un tailleur con gonna o pantaloni.L'abito può essere a composizione fantasia, purché a tonalità sfumate, ed è concesso il rosso bordeaux, soprattutto se indossiamo georgette.I padri dei futuri coniugi, hanno l'obbligo della semplicità: camicia bianca o avorio, pantalone scuro, giacca, mocassini non lucidi. Il papà della sposa, che dovrà accompagnare la futura moglie all'altare, deve prestare attenzione alla taglia e al modello. Dovrà scegliere un abito comodo e non ingessato.

I/le testimoni sicuramente devono prestare attenzione al loro abbigliamento, devono adeguarsi sia allo stile degli sposi che allo stile generale della giornata . In generale, i testimoni possono seguire i consigli e le indicazioni di abbigliamento per gli invitati.Le donne, indossando calze coprenti di lana e accessori come sciarpe e coprispalle, possono indossare vestiti lunghi fino al ginocchio. Sono banditi abitini troppo corti o troppo lunghi.

Se per le mamme e per le testimoni, il nero è bandito, per le altre ospiti è concesso e si può abbinare con sciarpe e coprispalle grigio argentate, che però non contrastino troppo con il bianco, vestito della sposa. Assolutamente bandito la pochette nera e gli accessori neri. Coprispalle, scialli e sciarpe devono contrastare le tonalità scure del vestito, soprattutto se questo è in tinta unita. Le donne possono indossare anche pantaloni, purche neri, dritti e ampi.Gli uomini possono scegliere abito classico scuro o blue notte in tessuto di lana o stoffa inglese.

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017