Excite

L'Inghilterra dice no al bikini sopra i 47 anni

C’è un limite a tutto e le donne inglesi lo sanno bene. Anzi, benissimo. Ferreo e controllato come in ogni cosa, il popolo femminile britannico, o almeno le 2000 persone tra i 18 e i 65 anni intervistate dalla Diet Chief, ha le idee chiare in fatto di look e regole. Che sia esagerato o no, il 44% ha dichiarato di sentirsi preoccupata un giorno si e uno no di aver indossato qualcosa di non appropriato rispetto alla propria età.

Amarea P/E 2011: la collezione

Il bikini è il nemico numero uno e, sempre secondo il sondaggio, dopo i 47 anni dovrebbe essere messo in soffitta. Eccezione accordata solo per Helen Mirren che, nonostante i suoi 65 anni, lo scorso anno ha sfoggiato un castigato due pezzi rosso più che accettabile e molto apprezzato dai media d’oltremanica.

Yamamay P/E 2011: la collezione

Tra i pezzi sotto accusa figurano anche i tacchi alti, che non dovrebbero più essere indossati allo scoccare del 51simo compleanno. Povera Victoria Beckham. Come farà tra qualche anno a rinunciare ai suoi trampoli Jimmy Choo da 13 centimetri? Banditi minigonna e piercing per le over 35, semaforo rosso per i legging e gli Ugg alle ultra 45enni e taglio netto alla chioma dopo i 53 anni. Diktat davvero rigidi e severi, ma c’è uno spiraglio di speranza per tutte noi: il 50% delle intervistate ha ammesso che una donna a cavallo tra i 50 e 60 anni, se è snella e piacente, può permettersi ancora tutto. Pare, dunque, che l’età del tramonto si assesti attorno ai 61 anni, ma viviamo in Italia e possiamo lasciare alle inglesi tutte queste costrizioni esagerate.

( © LaPresse)

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017