Excite

La rinascita di Ossie Clark

Marc Worth, cofondatore di Worth Global Style Network (WGSN), attuale leader mondiale di servizi in linea rivolti principalmente alla previsione, ricerca e analisi di tendenze, novità ed eventi nel settore moda e design, annuncia che il leggendario brand britannico tornerà a sfilare il prossimo febbraio 2008 sulle passerelle della London Fashion Week. Il capo del team creativo che disegnerà la linea è il designer Avsh Alom Gur che in passato ha collaborato con griffe internazionali come Donna Karan, Roberto Cavalli, Chloé, e Nicole Farhi.

Ossie Clark, figura chiave degli anni sessanta e settanta sulla scena della Swinging London, fu uno dei più innovativi e apprezzati stilisti e designer (guarda alcune foto), in un'epoca ricca di altrettanti talenti come Biba e Mary Quant. Attuale fonte di ispirazione per stilisti del calibro di Tom Ford e Yves Sant Laurent, fu il creatore di uno stile originale, basato sulla combinazione di stampe e motivi diversi in unico tessuto, costantemente alla ricerca di una naturale interazione tra l'abito e il corpo della donna, amante dell'uso dello chiffon multistrato e del motivo floreale per i modelli più romantici, realizzatore pionieristico di vestiti in pelle di serpente. Non per niente il fantasioso designer ha avuto tra i suoi più fedeli clienti importanti ed eclettici personaggi del mondo dello spettacolo come Mick Jagger dei Rolling Stones e sua moglie Bianca.
Fu lui ad intuire anche l'importanza del prêt-à-porter e produsse nel 1968 la nota e ricercata linea "Ossie Clark for Radley", amata e indossata ancora oggi da icone fashion come Kate Moss e Naomy Campbell.

Celebrate nel 2003 con una ricca retrospettiva al Victoria Albert Museum, le creazioni di Clark saranno ora ispiratrici di una nuova e attuale collezione proprio per volontà del titolare dei diritti sull'archivio dei suoi disegni, Marc Worth appunto, che ha evidentemente considerato prematura una loro archiviazione e classificazione come "pezzi da museo".Le prime creazioni saranno infatti messe in vendita all’interno di punti vendita selezionati come Harvey Nichols a Londra e Barneys a New York.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017