Excite

La moda animal friendly: Stella McCartney dice no alla lana delle pecore

  • Facebook

La moda è sempre più sostenibile, è sempre più fur free. Sono tante, ormai, le aziende alleate con le associazioni di animalisti per dire no ai maltrattamenti. In previsione dell’inverno, questa filosofia fa un passo in più e pensa alla lana: le pecore, infatti, sono la nuova preoccupazione degli addetti ai lavori di sensibilizzazione.

Pioniera del nuovo trend animal frinedly è Stella McCartney: “Basta pecore maltrattate. Rinuncio alle pecore della Patagonia”, ha dichiarato la fashion designer. Non solo: “Stiamo cercando di produrre lana vegana”, ha aggiunto. Questo significherebbe rinunciare a tutti i derivati animali. La nuova mossa della McCartney è stata messa in campo da quando ha scoperto i maltrattamenti inflitti agli ovini in certi allevamenti della Patagonia.

È stata Peta (People for the Ethical Treatment of Animals) a diffondere un video denuncia in cui mostra agnelli scuoiati vivi, pecore sgozzate, code tagliate e pratiche di “mulesing”, l’asportazione della pelle intorno all’ano senza anestesia. Dopo la visione di queste immagini, Stella McCartney si è schierata in prima linea: “Non possiamo tollerare una cosa simile, la nostra iniziativa era nata per aiutare e proteggere un milione di acri di pascoli in via di estinzione in Patagonia, curando il benessere degli animali. Purtroppo, dopo aver condotto la nostra ricerca in Argentina, a seguito della visione di alcuni filmati terrificanti dalla Peta, abbiamo scoperto che in uno dei 26 allevamenti le pecore venivano maltrattate. Un caso di troppo”.

Jane Birkin ad Hermès: via il suo nome dalle borse di coccodrillo. Continua la rivolta animalista

La stilista britannica ha aperto la strada, in quanti riusciranno a seguire la scia? Certo è che negli ultimi tempi, tanto l’haute couture quanto il low cost, si sono mostrati particolarmente sensibili al tema animalista. Sono 298 le maison che hanno rinunciato alla vendita di pellicce animali o hanno avviato le pratiche per siglare intese fur free, da Calvin Klein a Zara, da Lacoste ad H&M, da Timberland a Levi’s: la moda ama gli animali.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017