Excite

Ukranian Fashion Week: a Kiev è di scena la moda

Ci sono dei Paesi che apparentemente sembrano configurarsi ai margini dei notiziari globali e dell’attenzione del mondo. Ma guardando poi dati alla mano e cifre si scopre che anche alcuni pezzi di globo sono perfettamente in linea riguardo a stili di vita, dinamiche sociali e ricchezza ad altri. Un esempio lampante di questo oscuramento dei media è l’Ucraina. Avuto il suo momento di tam tam mediatico durante la rivoluzione arancione incarnata dal bel viso di Julia Tymoshenko il paese che confina con la Russia, balza ogni tanto agli onori della cronaca per le accese e naked campagne di protesta del movimento femminista Femen o per le vittorie nelle competizione europee di football dello Shaktar Donetsk.

Kiev Fashion Week: best of street style

Foto Il gruppo femminista ucraino FEMEN in una delle sue proteste shock

Ma l’Ucraina, nonostante tutti i problemi comuni a molti stati dell’ex-blocco comunista, è un paese vivo culturalmente e ricco e lo testimoniano i tanti paperoni presenti nelle liste degli uomini più ricchi del mondo, stilate dalle riviste finanziare. Questi elementi possono essere solo premesse al fiorire di un industria e di un business della moda che in Ucraina e a Kiev è presente come non mai. E allora proprio non poteva mancare anche una settimana della moda. Parliamo della Ukranian Fashion Week che ha aperto le sue porte ad appassionati, vip locali e non, addetti del settore dal 16 al 21 marzo, facendo registrare un bilancio estremamente positivo e lanciando un messaggio chiaro al mondo del fashion. L’Est c’è e se ne continuerà a parlare. Dopo questo evento forse inizieranno a essere meno sconosciuti nomi quali Poustovit, Gres, Karavay, stylist già apprezzati sulle passerelle di Mosca ma che desideravano regalare e regalarsi una settimana nella loro terra natale così ricca di idee bizzarre e meno, stilisticamente parlando.

Vasto l’apprezzamento del pubblico che è rimasto incantato dai capi anche estremi, presentati, ad esempio, da Elena Burenina con il suo cappotto disegnato per essere messo da due persone contemporaneamente o da modelle con mani raddoppiate da arti di manichini per vetrine. Oppure la passerella della stilista Olena Franchuk che ha fatto sfilare per il progetto “Ukranian Fashion Week Anti-aids” una mannequine con tanto di cintura di castità medievale. Colori e freschezza sembrano essere le parole chiave di un moda ucraina che non tarderà a conquistare anche il cuore dei più freddi businessmen francesi, italiani, americani del settore, sempre alla ricerca di nuovi mondi, stili e idee da esportare e su cui investire.

foto: fashionweek.com.ua

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017