Excite

Karl Lagerfeld a Parigi presenta la donna Chanel del 2008

Chanel a Parigi celebra Madame Coco trasformando in monumento il capo icona e simbolo del suo stile: la giacca in tweed creata nel '54 diventa un enorme "totem" in gesso alto ben venticinque metri dal quale fuoriescono le magrissime modelle.

Realizzata in cinque giorni da trenta operai diretti da Karl Lagerfeld, che per l'occasione si improvvisa anche architetto, è una ricostruzione fedele dell'originale modello Chanel, di cui ripropone gli inconfondibili dettagli con applicazioni in gommapiuma: bottoni, profili, orli; nulla è lasciato al caso.

In passerella poi la giacca è presentata in tante e più o meno semplici varianti: corta o lunga, avvitata o comoda, minimal o impreziosita da decorazioni e applicazioni, è il must del nuovo look femminile che secondo Lagerfeld abbandona il tacco a favore della ballerina e non rinuncia mai alla minigonna nemmeno dopo i trenta anni come ha sempre raccomandato Valentino e come, di recente, ha ammonito persino il Times.

L'unico vero dictat per l'eclettico stilista della maison Chanel è solo la magrezza: con una siluette impeccabile e asciutta e belle gambe lunghe ed esili, nulla è vietato e niente è di cattivo gusto. E al diavolo tutta le campagne contro l'anoressia...

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017