Excite

H&M sfila a Parigi, il brand low cost debutta alla Settimana della Moda 2013

  • Getty Images

H&M infrange anche l'ultimo tabù e porta la moda low cost sulle passerelle dell'haute couture, annunciando la sua partecipazione alla Parigi Fashion Week. Dopo le collaborazione con Maison Martin Margiela, Stella McCartney, Marni e Versace, e la scelta di testimonial sempre più top (ultima in ordine di tempo Beyoncé, almeno stando ai rumors), il colosso svedese sembra dunque intenzionato a 'sfidare' le griffe sul loro stesso terreno, portando sul palcoscenico internazionale della capitale francese la sua nuova collezione Autunno Inverno 2013/2014.

H&M collezione 2013: il lookbook per la primavera, foto

"Siamo entusiasti della linea e abbiamo deciso di mostrarla", ha detto il portavoce di H&M, Hacan Andersson, commentando la scelta di sfilare a Parigi e per mettere in chiaro di non stare assolutamente scherzando, l'azienda di moda low cost del Nord Europa ha scelto come location per il proprio debut, il prossimo 27 febbraio, il Musée Rodin, che in passato ha ospitato stilisti del calibro di Yves Saint Laurent e Christian Dior.

Beyoncé per H&M, nuova testimonial? Voci su Twitter

Insomma, una vera e propria sfida alle grandi griffe, in quello che è considerato il tempio della moda, in netta contrapposizione con la strategia di altri brand low cost, come per esempio Topshop, River Island e Whistles, che invece preferiscono giocare in casa, a Londra, e non azzardano incursioni al di fuori del territorio amico, almeno per quello che riguarda il confronto con le maison dell'haute couture.

Una scelta 'epocale', che apre a numerosi interrogativi e dubbi. Da un lato, infatti, è lecito chiedersi se questa commistione tra low cost e high luxury non solo sia giusta e abbia un senso, ma anche se faccia bene al mondo del fashion, mentre dall'altro è inevitabile domandarsi se H&M non abbia nuove mire e stia progettando di 'abbandonare' la vocazione a basso costo per nuovi target.

Nel primo caso, chissà. Del resto, icone fashion in primis come Kate Middleton e Michelle Obama professano da sempre il mix and match di capi griffati e low cost, con un'operazione che in un certo qual senso ha già contribuito ad assottigliare i confini tra i due mondi. Mentre nel secondo il dubbio-timore è soprattutto dei clienti di H&M, che fino a oggi hanno potuto contare sul brand per essere alla moda senza spendere un capitale e ora, invece, hano paura che la svolta 'lussuosa' del marchio possa ripercuotersi sulle loro tasche.

Comunque sia, quello che è certo è che l'annuncio di H&M ha naturalmente scatenato la curiosità di addetti a lavori e fan, procurando al colosso svedese un'enorme pubblicità gratuita per la prossima collezione. E alora, alla fine, la risposta potrebbe essere tutta qui: nessuna svolta epocale in vista, ma la solita geniale campagna virale di H&M per promuovere la sua ultima linea...

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018