Excite

Elton John contro Dolce e Gabbana, sul web parte il boicottaggio. Luxuria: "Offese coppie gay e figli"

  • Twitter

Continua a far discutere, in rete e non solo, la polemica a distanza che vede su opposti fronti della barricata gli stilisti Dolce e Gabbana da un lato e il cantante Elton John dall'altro.

D&G nel mirino della rete per la polemica sul tema della fecondazione artificiale

Le esternazioni dei creativi della moda made in Italy sulla natura “sintetica” della filiazione di una coppia gay da fecondazione in vitro, con riferimento diretto ai figli della popstar inglese, hanno scatenato un acceso dibattito culminato nella campagna di boicottaggio contro D&G patrocinata dall'artista di Pinner.

Numerose nel giro di poche ore le prese di posizione, in gran parte a favore dell'iniziativa di Elton John, di personaggi dello spettacolo di livello internazionale, da Courtney Love a Ricky Martin passando per Martina Navratilova e Vladimir Luxuria, rispetto all'argomento oggetto del contendere.

(Elton John e David Furnish sposi, coppia simbolo delle unioni civili tra omosessuali)

Nel mirino del web, gli imprenditori dell'abbigliamento di produzione italiana sono stati idealmente “accerchiati” dai più illustri sostenitori dei diritti civili, per via delle parole troppo dure che hanno chiamato in causa indirettamente i bimbi del musicista britannico, giudicati più o meno alla stregua di figli di un Dio minore”.

Un coro di critiche ha travolto gli stilisti, colpevoli di aver offeso in maniera neanche tanto velata migliaia di coppie omosessuali e per questo attaccati pubblicamente da loro illustri clienti nel mondo, vip uniti dall'indignazione per la sortita inopportuna di D&G sul delicato tema della fecondazione artificiale.

"Non indosserò più i vostri abiti" ha attaccato il cantante inglese con un post ad hoc su Instagram, rivolgendosi polemicamente a Dolce e Gabbana per difendere le "legioni di persone che si amano e sognano di avere figli" dalla tesi "fuori da tempo" dei due stilisti itaiani sull'insostituibilità della famiglia "tradizionale".

Ultima in ordine cronologico e non di importanza, la risposta a Domenico Dolce e Stefano Gabbana firmata Vladimir Luxuria: “Non hanno colpito tanto i genitori gay ma soprattutto i figli sostiene l'ex parlamentare transgender, convinto che la tesi in questione sia un autogol che non fa onore a chi l'ha esposta per mezzo di un'intervista al settimanale Panorama.

Le adesioni alla campagna web veicolata dall'hashtag #boycottDolce&Gabbana sembrano per il momento far pendere la bilancia a favore di Elton John e del compagno David Furnish (coppia simbolo dei diritti civili, con due bambini nati da procreazione "in vitro"), anche se non mancano in rete “tifosi” più o meno accaniti di D&G.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017