Excite

Elisabetta Franchi, "Premio Moda e Sociale" ai Tao Awards per la sua filosofia animal friendly

  • Facebook

Anche quest’anno sul Teatro antico di Taormina si sono accese le luci della moda: una passerella di eccellenze Made in Italy premiate per il loro impegno professionale. L’evento si chiama Tao Awards e, come ha spiegato Agata Patrizi Saccone, direttore artistico della manifestazione, vuole rendere omaggio agli ambasciatori del bello e ben fatto nel nostro Paese.

Elisabetta Franchi ha ricevuto il “Premio Moda e Sociale” per la filosofia animal friendly adottata nella sua maison. Stilista e direttore creativo è da sempre impegnata a favore di iniziative che tutelino gli animali. Il Tao Moda è un modo di dire grazie per l’eliminazione di materiali di origine animale nella produzione delle collezioni. “Sono onorata di aver ricevuto questo riconoscimento che, nelle motivazioni, premia l’essenza di una moda sostenibile: la parola d’ordine è sensibilizzare e io sono orgogliosa di metterci, ancora una volta, la faccia”, ha dichiarato la Franchi.

Da passione personale a responsabilità morale ad impegno professionale, il “cruelty free” prende piede nella sua casa di moda nel 2012 con il “Fur Free retailer Program” con l’abolizione delle pellicce. Poi l’ingresso nel programma LAV Animal Free con l’eliminazione dei materiali di origine animale. E sono tante le maison che, pian piano, entrano nell’ottica di una moda sostenibile ed animal friendly. Come Hugo Boss che, appena due settimane fa, si è schierato tra le fila dei diritti degli animali dicendo no alle pellicce siglando un’intesa con la Fur Free Alliance.

Hugo Boss rinuncia alle pellicce: la svolta animalista dell'haute couture

E i segnali positivi, in questo senso, arrivano tanto dall’haute couture quanto dal low cost. La Primavera/Estate 2015 ha visto H&M realizzare un’intera capsule (la Conscious Exclusive Collection) sostenibile partendo dal potenziale dei materiali derivanti da allevamenti biologici. Ma sono tante le campagne che fanno sentire la propria voce. Di recente abbiamo visto davanti alle vetrine di Hermès, in quel di Beverly Hills, la rivolta organizzata da Peta (People for the Ethical Treatment of Animals): una modella si è fatta dipingere addosso la pelle di un coccodrillo e fatta immortalare sanguinante.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017