Excite

Cosa indossare in palestra per essere sexy

È diventata un luogo di incontro, al pari di pub e ristoranti. Perché, si sa, lo sport fa bene alla salute ma è innegabile che in palestra molti vanno anche per fare nuove amicizie. E allora il look può fare la differenza durante l'rario di allenamento. Certo, presentarsi come la regina della disco con due dita di trucco in faccia non è decisamente adeguato. Ma questo non vuol dire rinunciare alla femminilità. Sono lontani i tempi di tutone e maxi t-shirt: oggi anche lo gymwear di adatta alle tendenze e risponde alla comodità con un tocco di sensualità.
    Facebook @Oysho

IMPERATIVO SLIM FIT

Anche lo sportswear segue le tendenze del momento. Pensiamo per un attimo agli anni Ottanta, all'epoca di Flashdance quando ci si allenava con tutine in lycra seconda pelle dai colori fluorescenti. Poi sono arrivati i Novanta e le tute acetate Adidas sono diventate delle vere uniformi, fuori e dentro la palestra. ma il look che vuole gridare: "L'importante è stare comodi" è decisamente fuori moda. E così anche le proposte per lo sport fanno rimare comodità con femminilità. La cosa più importante, infatti, è indossare qualcosa che ci faccia sentire a nostro agio e non limiti i movimenti dell'allenamento. Lo slim fit è la soluzione ideale perché accompagna il corpo mettendo in evidenza le forme quel tanto che basta per non apparire come un omino Michelin finito sul tapis roulant.

Sì ALLE SOVRAPPOSIZIONI

Lo stile non conosce limiti e così, se un trend si impone prepotentemente nel guardaroba non è detto che non possa fare un salto anche nel borsone della palestra. Le sovrapposizioni sono un must nel look per lei. Qualche esempio? I maxi-pull portati con il pizzo della canotte che spunta dall'orlo, le parigine sui collant, la gonnellina sui leggings. E allora, perché non usare la stessa tecnica anche per gli allenamenti? Sensuale non deve per forza significare nudo. Anzi: c'è più malizia in una spalla lasciata scoperta in maniera (volutamente) distratta che in un corpo sbattuto in faccia come mamma l'ha fatto. Sui leggings, indossate i micro top e, sopra, una t-shirt dallo scollo a barca. E sotto? Se vi piacciono gli shorts ma avete paura di osare, portate sotto leggings dalla trama sottile, quasi come un collant, fino al ginocchio o alla caviglia: più è lungo più slancerà la figura.
    Facebook @Oysho

OCCHIO ALLE TRASPARENZE

Molto spesso, quando si indossano capi seconda pelle, c'è il rischio che il tessuto, se non sufficientemente resistente, lasci spazio alle trasparenze, soprattutto considerando che i piegamenti distendono le trame dei filati. Trasparente non è sensuale, è semplicemente inadeguato sull'orlo del volgare. Perciò, quando acquistate un pantalone per la palestra, fate attenzione nel camerino al tessuto eseguendo qualche movimento davanti allo specchio. E se ormai l'avete acquistato e portato a casa, optate per un abbinamento strategico indossando una t-shirt lunga che copra un lato B sotto i riflettori. La regola è quella che adottiamo anche nel look di tutti i giorni: se copriamo sotto possiamo scoprire sopra e allora sì a una maglietta più scollata che metta in evidenza il décolleté con una fascia o un top a tinte forti.

NO AL TOTAL COLOR

Il movimento armonia. E il look pure! Sembra banale, eppure anche la scelta dei colori influisce sulla resa di un look più o meno sensuale. Nonotante per le uscite serale siamo fedeli ad una religione total black (perché il nero va bene sempre, in qualunque occasione), in palestra osate con una tinta che spezzi la monotonia. Ricordate, però: il look monocolor è decisamente out. Perciò lasciate che il nero e il blu vengano in vostro soccorso. Se avete scelto un top rosa fluo, optate per un leggings black e viceversa giocando, magari, con i dettagli: perché non abbinare i lacci delle gym al pezzo colorato?
    Facebook @Decathlon

QUESTIONE DI PROPORZIONE

L'abilità nel comporre uno stile (anche in palestra) sta anche nel valorizzare i punti di forza e minimizzare i difetti. In questo, le proporzioni tra i capi che si indossano aiutano tanto. Qualche esempio? Se siete magre e bassine il look ideale è shorts e t-shirt a filo del pantaloncino; chi ha le gambe corte dovrà rinunciare agli shorts e scegliere dei leggings evitando le "mezze misure", quindi no a magliette sul sedere e pants al ginocchio, sì a leggings lunghi e micro-top. Chi ha i fianchi larghi non ceda al fascino del camouflage: un pantalone largo non farà che allargare ancora di più la figura. E poi no alle maglie da legare in vita: non si vedono più dagli anni Novanta.

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017