Excite

Cintura da donna: quale scegliere per esaltare il proprio look

  • Gucci.com

Quali sono i criteri da valutare nella scelta di una cintura da donna?

Di stoffa, sottili o borchiate

Dobbiamo tenere presente, in primo luogo, che possiamo avere a che fare con una scelta molto vasta, visto che la gamma di modelli a disposizione è decisamente ampia: per esempio, una cintura di stoffa può essere portata solamente in vita, purché venga abbinata, dal punto di vista cromatico, all’abito che si indossa; una cintura molto sottile, invece, viene portata come semplice ornamento, sui fianchi, e si accompagna a abiti a tubino, o comunque privi di drappeggi e pieghe. Chi vuole optare per una cintura borchiata potrà accompagnarla su jeans strappati o minigonne, a patto che la porti sui fianchi; la cintura in cuoio, invece, si adatta sia alle gonne che ai pantaloni: in quest’ultimo caso, è perfetta per dare l’impressione della classica cow girl.

Cinture medie e alte

Cinture alte e medie vanno portate solo in vita: le medie sia fuori che dentro i passanti, su gonne al ginocchio e jeans; le alte, su gonne molto voluminose, ma anche su camicette strette e aderenti, quasi all’altezza del seno. Infine, troviamo modelli di strass, perfetti con abiti in tinta unita, preferibilmente scura, in maniera tale da creare un contrasto che non passi inosservato, e quelli in metallo, che sono perfetti su qualunque indumento: shorts, minigonne, abiti lunghi, jeans e quant’altro. In qualsiasi caso, però, sappiamo che le cinture rappresentano un accessorio fondamentale per migliorare il look, e per renderlo più elegante o vistoso.

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017