Excite

Chi è la prima transgender sulla copertina di Playboy?

  • Instagram

Dici Playboy e pensi a donne dal fisico mozzafiato con orecchie sulla testa e pon pon di peluche sul lato B. Sono le conigliette più famose della terra e trasudano erotismo ad ogni pagina della rivista. Per quelli dell’ambiente, finire su Playboy è una vera consacrazione, figuriamoci cosa può significare finire sulla copertina.

Oggi Playboy propone un nuovo volto (e corpo) uscendo fuori dagli schemi. Per la prima volta al mondo, infatti, la cover del magazine ospita un transgender. Si tratta di Vittoria Schisano, balzata alle cronache di casa nostra già da qualche anno quando decise di raccontare a viso scoperto la sua storia. E quale salotto poteva scegliere se non quello di Barbara D’Urso? Nasce Giuseppe, rinasce donna dopo un lungo percorso.

Quando affrontò le telecamere aveva già questo aspetto ma stava per sottoporsi l’intervento definitivo del cambio di sesso. In realtà dopo poco tempo si susseguirono alcune polemiche circa la veridicità dell’operazione. Poi, come spesso accade da queste parti, qualcuno smette di parlarne e tutti dimenticano. Nessuno si è più interrogato sulle sue scelte, totali o parziali.

L'addio di Cindy Crawford alla moda

E adesso, eccola conquistare un posto in edicola in prima fila nei (pochi) panni di playmate. “Posare su Playboy - racconta Vittoria - per me è un grandissimo onore, da sempre il mio sogno. Trovarsi in copertina oggi, dopo essere riuscita a realizzare il sogno di diventare anche fisicamente una donna, assume per me una valenza doppia. Non è un bisturi a renderti donna, ma sei donna innanzitutto nella tua anima. La vita non è questione di centimetri!”.

Per lei che, da anni, combatte contro il pregiudizio, il progetto non è semplicemente un servizio fotografico, ma un vero riconoscimento alla sua bellezza: è sulla copertina perché è una bella donna, esattamente come tutte le conigliette che l’hanno preceduta.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017