Excite

Balenciaga primavera estate 2011

Se Christophe Decarnin non cambia una virgola sulla passerella parigina di Balmain, Nicolas Ghesquière fa tutto il contrario su quella di Balenciaga, presentando una collezione primavera estate 2011 decisamente mascolina, che addirittura non sarebbe offensivo definire all'antitesi della femminilità.

La camicia trasparente, decorata di stampe colorate floreali e smanicata, diventa il capo 'must' della primavera estate 2011 di Balenciaga, forse uno dei più sensuali (sicuramente il più vendibile), se lo si paragona ai pantaloni in pelle dal taglio fortemente maschile (ancor più amplificato dalla stringate senza tacco da uomo), ai gilet in nappa trapuntata o ai completi e giacche che aprono il defilè.

Un soprabito rigido, dalla silhouette cocoon e dall'effetto plastificato, indossato da una modella semi-sconosciuta con il ciuffo alla teddy boy. E' proprio questa, infatti, l'apertura di una sfilata che invece si chiude con un'inaspettata Gisele Bundchen in abito bianco, di pelle e pvc tagliate al laser in maniera netta e geometrica, dèjà vu di quella vocazione futurista a cui Nicholas Ghesquère ci aveva abituato. E che invece ha deciso di tradire in questa nuova collezione Balenciaga, ispirata a Charlotte Gainsbourg e agli '70 della punk generation.

 (foto © style.com)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019