Excite

Amy Winehouse e Fred Perry: collezione 'postuma'

  • fredperry.com

"Se morissi domani, sarei una ragazza felice". Con queste parole che oggi suonano tristemente profetiche, Amy Winehouse si è congedata lo scorso ottobre da Polly Vernon, giornalista di Harper’s Bazaar. Un'Amy inedita, contenta del lavoro portato a termine per Fred Perry, il marchio di abbigliamento inglese con cui oggi si scopre che la sua collaborazione non si è fermata alla collezione per la primavera 2011, ma è proseguita con la realizzazione di capi fino all'A/I 2012.

Amy Winehouse: look specchio dell'anima

E la domanda oggi è: che cosa succederà dei modelli creati da Amy e ora conservati negli archivi di Fred Perry? La risposta più ovvia sarebbe che - come l'album lasciato incompiuto che molto probabilmente uscirà postumo - anche gli abiti delle nuove collezioni siano realizzati e messi in vendita. Ma i responsabili della società, nella figura del direttore marketing Richard Martin, hanno subito voluto mettere le cose in chiaro: la collezione è "in stand by fintanto che non avremo parlato con la famiglia e il suo entourage".

Un'attenzione che ha lasciato tutti a bocca aperta: rinunciare a mettere in produzione i modelli (per di più postumi) disegnati dalla Winehouse significherebbe perdere molti, molti soldi. Basti pensare che la prima collezione è praticamente esaurita sul sito di e-commerce del brand e che si trova ancora qualcosa solo su ASOS o eBay. Ma come ha spiegato ancora a WWD lo stesso Martin "abbiamo condiviso con Amy un grande lavoro e un grande rapporto personale durante la collaborazione per la creazione e la produzione della linea. Lo stile unico e il mood di Amy hanno pervaso l'intera collezione. Era un piacere lavorare con lei e mancherà profondamente a tutti i membri dello staff Fred Perry".

Amy Winehouse e Fred Perry: una collaborazione fatta per durare

Tuttavia, quasi sicuramente alla fine anche l'ultimo lascito di Amy nel mondo della moda vedrà la luce. E del resto sarebbe un peccato se non fosse così. Con Fred Perry infatti la Winehouse ha dimostrato di potersi scrollare di dosso i look eccessivi, stridenti e fastidiosi per uno stile misurato ed elegante che, come lei stessa ha ammesso, alla fine la rendevano felice. Perché, come raccontava lo scorso marzo a WWD Richard Martin, "Amy ha un senso dello stile unico, che riflette pienamente i tratti di riferimento storici del brand".

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017