Excite

Amanda Hendrick, la modella anoressica censurata

L'Asa (Advertising Standards Agency), l'autorità che vigila sulla pubblicità nel Regno Unito, dopo aver ricevuto numerose proteste da parte dei cittadini anglosassoni, ha ritenuto che la modella (che vedete nella foto) apparsa sul catalogo del brand 'Drop dead clothing' fosse eccessivamente magra, tanto da chiedere la rimozione delle immagini, con la promessa di non riutilizzarle più.

Guarda le foto di Amanda Hendrick

Nel comunicato ufficiale l'Asa inserisce le motivazioni della sua decisione con questa nota: 'Abbiamo anche notato che negli scatti in cui porta i bikini e gli shorts sono evidenti cavità nelle cosce e che le stesse ossa sono sporgenti. Riteniamo che la modella appaia sottopeso nelle immagini e sebbene crediamo che le foto in bikini e in shorts potrebbero non danneggiare nessuno, concludiamo che esse sono socialmente irresponsabili'.

A Miss Universo la modella alta 1metro e 80 che pesa 49 chili

La modella in questione è Amanda Hendrick, ventunenne di origini scozzesi e da poco eletta agli «Scottish Style Awards» di Glasgow la donna più elegante di Scozia con un curriculum di tutto rispetto: ha sfilato per grandi nomi della moda come Jean Paul Gaultier, Emilio Pucci e posato per giornali come Vogue e Glamour. Nonostante ciò la sua immagine non è piaciuta agli inglesi, mentre da parte della Dead drop clothing, l'azienda gestita dall'ex fidanzato della Hendrick, il cantante Oli Sykes (leader dei Bring Me The Horizon), ci tengono a sottolineare che 'Amanda porta la taglia 40 e non ha mai avuto problemi di anoressia'.

Vogue Italia contro i blog pro anoressia

La madre del cantante, inoltre, difende l'ex nuora dichiarando all'Evening times: 'È sicuramente magra, non lo metto in dubbio, é stata la ragazza di mio figlio e da tre anni è un'amica di famiglia e lavora per noi. Non abbiamo mai avuto alcuna lamentela. La conosco bene, non è né anoressica né ha mai avuto disturbi alimentari. Segue una dieta molto buona ed è solo una persona magra'. Sul fatto se sia o meno un buon esempio per le ragazze che la guardano, la risposta è stata: 'Ma certo. Lei è una ragazza bella e gira il mondo guadagnando più di 600 sterline al giorno. Ha una carriera ricca di successi e non ha problemi anoressici. Non credo che la decisione di rimuovere queste foto aiuterà le persone che hanno disturbi alimentari'.

Altre campagne con polemiche per l'anoressia, come quella Patrizia Pepe dello scorso anno

Su quest'ultima parte qualche dubbio lo abbiamo, iniziare a promuovere immagini più sane intorno a noi, da parte di media e pubblicità, sicuramente non aiuterà a risolvere il problema dell'anoressia, che è una patologia con motivazioni più profonde come lo è anche l'obesità, ma almeno non farà credere alle ragazze che, per essere considerate 'belle', debbano somigliare agli scheletri dei cartelloni pubblicitari.

Guarda il making of delle campagne ADV di Drop dead clothing con Amanda

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017