Excite

Alta Moda Roma: tra Rinascimento e Avanguardia

  • Foto:
  • ©LaPresse

Torna nella capitale l'appuntamento estivo con AltaModa AltaRoma, la settimana dedicata al meglio della haute couture italiana e internazionale. Se infatti Milano è la sede riconosciuta del prêt à porter, la città eterna lo è dell'alta moda, che omaggia ogni anno con due kermesse a gennaio e a luglio. Per l'edizione 2011 - dall'8 all'11 luglio - Roma ha aperto le porte ad alcune delle più prestigiose firme mondiali e a un selezionato gruppo di giovani talenti emergenti che, proprio su questo palcoscenico, cerca la definitiva consacrazione.

Parigi Fashion Week: prêt à porter in vetrina

A rompere il ghiaccio è stato Swarosvki. Il brand - noto in tutto il mondo per i suoi gioielli in cristallo - ha collaborato con il presidente della manifestazione Silvia Venturini Fendi per realizzare due progetti assolutamente innovativi nel panorama del fashion system. Il primo - intitolato LIMITED/UNLIMITED - ha coinvolto nove fashion designers di fama internazionale per creare una serie di capi in edizione limitatissima che riproponessero con una nuova chiave di lettura il concetto di 'couture' utilizzando i preziosi Swarosvki Elements. Nel secondo invece la super top Kate Moss è stata protagonista di un video (KM3D-1) che l'ha vista nei panni di una misteriosa dea che svelava la sua identità al mondo attraverso un'esplosione di cristalli. Manco a dirlo, Swarosvki Elements. Un progetto ambizioso che ha unito moda, arte e tecnologia 3D e che è stato realizzato con AnOther Magazine e con l'artista e regista Baillie Walsh.

Un inizio con il botto al quale hanno fatto seguito le emozionanti sfilate di Gattinoni, Rami Al Ali, Nino Lettieri, Giada Curti, Jack Guisso e Fausto Sarli, tutte improntate a una ricerca stilistica divisa tra ispirazioni rinascimentali e d'avanguardia, fil rouge di questa edizione di AltaModa AltaRoma.

Guillermo Mariotto per Gattinoni ha presentato una collezione di creazioni sospese tra l'opera d'arte e il prodotto tecnologico, interamente percorsa dall'ambizione di unire in un matrimonio impossibile la tradizione consolidata e l'innovazione più spinta. Un gioco di contrasti riuscito allo stilista grazie a una combinazione impavida e visionaria di materiali e linee e al ribaltamento delle destinazioni d'uso. Bustier, chiffon, linee avvolgenti e volute elicoidali si sfidano e si abbracciano in una danza che crea abiti dirompenti e passionali ma al tempo stesso elitari e sofisticati.

Una strada battuta anche da Jack Guisso - che con la collezione Pulchra ha rilanciato la bellezza assoluta, esaltandola con linee architettoniche decostruite e reinventate intorno al corpo della donna inteso come opera d'arte totale - e da Fausto Sarli, che ha puntato su effetti grafici per valorizzare al massimo la morbidezza della femminilità nel contrasto con il rigore geometrico.

Nino Lettieri invece ha scelto come motivo dominante il lusso e l'opulenza e Giada Curti si è fatta paladina di una collezione ispirata alla libertà sessuale. Mentre Rami Al Ali - già stilista d'elezione di Antonella Clerici - ha regalato un'emozione a tutte le donne plus size con una sfilata dove la morbidezza è il vero senso della seduzione.

lei.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017